Giochi Uniti annuncia la traduzione di The Castles of Burgundy

Giochi Uniti annuncia la traduzione di The Castles of Burgundy

Giochi Uniti ha annunciato la prossima pubblicazione de “ICastellidellaBorgogna”, edizione Italiana di The Castles of Burgundy, gioco da tavolo di Stefan Feld ambientato nella Borgogna medievale. 

Una notizia gradita ai giocatori che prediligono i giochi di piazzamento tessere in cui si lanciano dadi, in quanto sino ad oggi The Castles of Burgundy era inedito in Italia.

The Castles of BurgundyVi lasciamo al comunicato ufficiale dell’editore:

Giochi Uniti è lieta di annunciare la prossima pubblicazione di I Castelli della Borgogna, l’edizione Italiana di The Castles of Burgundy, gioco da tavolo per due- quattro giocatori, ambientato, come si evince dal titolo, nella Borgogna medievale. Ideato da Stefan Feld e illustrato da Julien Delval e Harald Lieske, è stato pubblicato per la prima volta nel 2011 da Ravensburger /Alea e presentato in versione aggiornata nel 2016. Considerato un classico del genere german, è caratterizzato, a livello di gioco, da un un setup modulare, dall’uso dei dadi, da una meccanica di raccolta di tessere e del loro successivo piazzamento. Sino ad oggi The Castles of Burgundy era inedito in Italia, e l’iniziativa editoriale va a colmare una sentita mancanza nel nostro panorama ludico.

A livello di ambientazione I Castelli di Borgogna si colloca alla fine della Guerra dei Cent’Anni, in pieno Rinascimento, con i giocatori che vestono i panni dei ricchi principi della valle della Loira. Proprio in questa regione vengono a trovarsi le condizioni ideali di prosperità, ricchezza e collocazione geografica perché queste grandi famiglie nobiliari possano far crescere le fortune della propria casata. Grazie a fortunati scambi commerciali e un’attenta speculazione edilizia, un’accorta pianificazione e gestione delle risorse, i giocatori innalzano insediamenti e castelli, ricorrono al traffico fluviale per spostare le merci, mentre sfruttano le miniere d’argento, gli allevamenti di bestiame e altre risorse per divenire i più munifici principi del Ducato di Borgogna.

Come meccaniche di gioco, questo capolavoro di Feld si basa sua una combinazione di tiro di dadi e raccolta di tessere, reso intrigante dal fatto che i giocatori possono solo prendere le tessere dal deposito comune che hanno ottenuto sul lancio dei due dadi, e quindi devono spesso cercare di ottenere il massimo da quello che hanno e non da quello che sarebbe l’ideale per loro, meccanica che, insieme al setup casuale della plancia di gioco, ne garantisce una grande rigiocabilità.

A turno i giocatori tirano i due dadi e scelgono di muovere le tessere beni del deposito centrale nella loro plancia di gioco, dalla loro plancia di gioco alle zone corrispondenti del principato per colore e numero nella mappa, di scambiare beni per monete d’argento o prendere due tessere lavoratore. Fatto questo, la partita continua con i giocatori che completano azioni aggiuntive e segnano i punti vittoria per le tessera piazzate. Dopo 5 fasi di 5 round ciascuna la partita termina e i giocatori sommano, oltre ai punti vittoria ottenuti, quelli derivanti per i pezzi d’argento e lavoratori non utilizzati, beni rimasti in giacenza e il completamento di alcuni edifici speciali. Il giocatore con più vittoria alla fine delle 5 fasi è il vincitore.

Preparatevi! Poche settimane e potrete rivivere i fasti della corte di Carlo il Temerario.

Dettagli

Autore: Stefan Feld
Artisti: Julien Delval, Harald Lieske
Giocatori: 2-4
Durata:  30-90 minuti
Genere: Lancio di Dadi, Collezione Set, Piazzamento Tessere
Editore: Giochi Uniti (IT), Alea (ENG)
Prezzo: n.d.

Articoli Simili